Sogni di grande Nord

“Com’era bello il mondo quando l’uomo non c’era!”

  • Titolo originale: Paolo Cognetti. Sogni di grande nord
  • Anno: 2021
  • Paese: Italia
  • Genere: Documentario
  • Produzione: Samarcanda Film, Feltrinelli Real Cinema, Rai Cinema
  • Distribuzione: Nexo Digital
  • Durata: 82 minuti
  • Regia: Dario Acocella
  • Sceneggiatura: Paolo Cognetti, Dario Acocella, Francesco Favale
  • Fotografia: Stefano Tramacere
  • Montaggio: Mario Marrone
  • Musiche: Fabrizio Bondi
  • Attori: Paolo Cognetti, Nicola Magrin.

Paolo Cognetti, scrittore vincitore del premio Strega nel 2017 con il romanzo “Le otto montagne”, ci guida in un’avventura che esalta la potenza della natura, il bisogno di libertà e il desiderio di scoperta dell’uomo in un film presentato alla 69° edizione del Trento Film festival.

TRAMA: Paolo e l’amico Nicola Magrin, illustratore, organizzano un viaggio nelle terre selvagge del nord, dal Canada all’Alaska, sulle orme dei grandi della letteratura americana come Raymond Carver, Jack London, Ernest Hemingway, e con tappa finale presso il Denali National Park dove si trovava il Magic Bus che fece da casa a Christopher McCandless, protagonista di “Nelle terre estreme” di John Krakauer e di “Into the wild” di Sean Penn.

In sintesi, dunque, il racconto di un viaggio. Nella natura selvaggia e dentro sé stessi. Alla ricerca delle bellezze del mondo e alla ricerca di sé. Con la magnifica cornice naturalistica della Natura e quella umana dell’Amicizia (le maiuscole non sono refusi di stampa).

Per godere di Bellezza assoluta e per riflettere sui “giri” della vita.

Prossimo step: la lettura del libro premiato, che non conosco…

(spunto della recensione tratto da Paolo Cognetti. Sogni di Grande Nord (2021): Recensione, trama e cast del film (locchiodelcineasta.com))

sogni grande Nord