appunti

Quando ero una studentessa (ergo, MOLTISSIMI decenni fa) ero abbastanza spaventata da questo argomento della sintassi del periodo, che trovavo IMPOSSIBILE da memorizzare per la pletora di casi, sottocasi, eccezioni e sottoeccezioni registrate in modo certosino  nel famoso Tantucci…

 

Ho imparato solo con il tempo che la famigerata “consecutio temporum” può essere ridotta ai minimi termini, quindi compresa in modo molto più semplice. E non solo! Chi capisce questa regola del latino impara ad usare in modo più consapevole tempi e modi delle subordinate anche nella lingua italiana!

Lo schema allegato dovrebbe guidare in tale direzione… 😉

consecutio temporum