Enrico Mattei: l’uomo che guardava al futuro

“A me non interessa essere un uomo ricco in un Paese povero”

IMG_2099

Un cast eccezionale (Massimo Ghini, Vittoria Belvedere, Simone Montedoro, Franco Castellano, solo per citarne alcuni) e le musiche di Andrea Guerra sono le garanzie certificate di un lavoro di pregio per questa minifiction Rai in due puntate.

La pellicola comincia con uno sguardo alle ultime ore di vita dell’ingegnere, fondatore dell’Eni (Ente Nazionale Idrocarburi), Enrico Mattei (Ghini). La mattina del 27 ottobre del 1962, Mattei, dopo la sua visita a Gagliano Castelferrato dove tiene il suo ultimo discorso, prende un aereo che lo condurrà da Catania a Milano; intanto il giornalista William McHale che intende intervistarlo, sale a bordo con lui. Inizia così un lungo flashback che riporta Mattei al 1936, a Milano, quando iniziava la sua attività lavorativa, passando poi al momento in cui fa la conoscenza di sua moglie Greta (Belvedere) e la sposa, ai difficili momenti in cui tenta di riportare, dopo la Guerra, l’Agip alla vetta, mettendosi contro tutti. Ma ben presto tutti quei sogni finiscono per infrangersi, quando, terminata l’intervista, l’aereo precipita in aperta campagna. a Bascapè la sera del 27 ottobre del 1962. A ricevere per primo la notizia della scomparsa del suo caro amico sarà Marcello Boldrini (il bravissimo Castellano) che, col semplice sguardo, lo comunicherà inaspettatamente a sua moglie Greta, che sperava di rivedere il marito nonostante sapesse i pericoli a cui andava incontro.

La morte di Mattei verrà archiviata come puro incidente. Solo 32 anni dopo l’accaduto, nel 1994, la Procura di Pavia riaprirà l’inchiesta e la richiuderà nel 2005 accertando la presenza di esplosivi sui resti dell’aereo e dell’orologio di Mattei e archiviandola quindi con omicidio colposo, TUTTORA SENZA COLPEVOLI.

Da vedere e rivedere (per me era la terza volta!!!). ANCHE solo per riflettere…

(dati essenziali della trama tratti da wikipedia.org)

Enrico Mattei: l’uomo che guardava al futuroultima modifica: 2021-08-29T02:09:58+02:00da latineloqui69
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *