L’idioma comune

Letteratura in pillole,

per la riflessione del giorno:

 

LINGUA ITALIANA
LINGUA ITALIANA

Una nazione dove siano in vigore vari idiomi e la quale aspiri ad avere una lingua comune, trova naturalmente in questa varietà un primo e potente ostacolo al suo intervento. In astratto, il modo di superare  un tale ostacolo è ovvio ed evidente: sostituire a questi diversi mezzi di comunicazione d’idee un mezzo unico, il quale, sottentrando a fare delle singole parti della nazione l’ufizio  essenziale che fanno i particolari linguaggi, possa anche soddisfare il bisogno, non così essenziale, senza dubbio, ma rilevantissimo, e d’intendersi gli uomini dell’intera nazione tra di loro, il più pienamente e uniformemente che sia possibile. Ma in Italia, a ottenere un tale intento, si incontra questa tanto singolare quanto dolorosa difficoltà, che il mezzo stesso è in questione; e mentre ci troviamo d’accordo nel volere questa lingua quale poi essa sia, o possa, o deva essere, se ne discute da cinquecento anni. Una tale, si direbbe quasi, perpetuità di tentativi inutili potrebbe a prima vista far credere che la ricerca stessa sia da mettersi, una volta per sempre, nella gran classe di quelle che non hanno riuscita, perché il loro intento è immaginario, e il mezzo che si cerca non vive che nei desideri”

(A. Manzoni, Dell’unità della lingua italiana e dei mezzi per diffonderla).

(immagine tratta da www.pinterest.it)

 

L’idioma comuneultima modifica: 2021-06-18T00:13:03+02:00da latineloqui69
Reposta per primo quest’articolo