L’oro di Scampia

Mio padre invece no. Lui ci ha sempre creduto. E infatti volevo ringraziarlo, perché non ha mai mollato”

IMG_2027

“L’oro di Scampia” è un film italiano del 2013 diretto da Marco Pontecorvo. Una bella storia di riscatto sociale. Un bellissimo messaggio, anche grazie al cast eccezionale: Giuseppe Fiorello, Anna Foglietta, Gianluca Di Gennaro, ma anche la bravissima Nunzia Schiano.

La trama del film è liberamente ispirata al libro “La mia vita sportiva” scritto da Gianni Maddaloni: si tratta della storia del campione olimpico di judo a Sydney 2000, Pino Maddaloni (nel film Toni Capuano) e di suo padre Giovanni (nel film Enzo) che gestisce una struttura sportiva nel cuore di Scampia, allenando i ragazzi del quartiere.

Enzo (Fiorello) fa di tutto per salvare alcuni dei tanti ragazzi che finiscono in strada a delinquere. Uno di questi è Sasà che, dopo essere stato inseguito da un agente in borghese, trova in primo luogo rifugio nella palestra di Enzo e in un secondo momento decide di cambiare vita, specie quando un suo amico lo deride davanti agli altri. Iniziando a frequentare Enzo e la sua palestra, Sasà si inserisce e stringe amicizia con Toni (Di Gennaro), dapprima suo nemico. E alla fine, dopo una serie di tristi vicissitudini, sarà oro, oro olimpico (“Alla fine un sogno l’abbiamo realizzato: abbiamo portato Scampia fino al tetto del mondo!”.).

Perché lo sport salva. Sempre!

(trama tratta da wikipedia.org)

L’oro di Scampiaultima modifica: 2021-05-09T00:51:58+02:00da latineloqui69
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *