Flavors of Youth

download

Flavors of Youth (in cinese: 肆式青春; in giapponese: 詩季織々) è un film d’animazione in tre episodi nato da una coproduzione tra lo studio di animazione cinese Haoliners Animation League e quello giapponese CoMix Wave Films. Il film è stato proiettato nei cinema giapponesi a partire dal 4 agosto 2018.

Il film si suddivide in tre episodi, ciascuno ambientato in una diversa città cinese e riguardanti rispettivamente i cambiamenti moderni per quanto riguarda i temi del cibo, della moda e dell’alloggio.

  • Nel primo episodio, Gli spaghetti di riso, il protagonista è un giovane che si è trasferito a Pechino per lavoro, ma che sente ancora la nostalgia per ciò che mangiava nel luogo in cui era nato, come gli spaghetti di riso con la verdura di stagione. Ormai la sua lingua è diventata quasi insensibile ed è come perseguitato dai sapori che sente di avere perduto.
  • Il secondo episodio, Una piccola sfilata di moda, ha per protagonista una donna di Canton, affascinata da sempre dai bei vestiti, che ha lottato per imporsi nella sua carriera da modella. I genitori sono morti e l’unica sua parente è la sorella minore, che va ancora a scuola e che vive con lei. Purtroppo il suo è un mestiere spietato, dove la giovinezza e un corpo perfetto sono tutto e lei forse non ha più l’età per continuare.
  • L’ultimo episodio, Amore a Shanghai, è ambientato a Shanghai, anno 2008 città in continuo cambiamento e modernizzazione. Durante un trasloco il protagonista ritrova in uno scatolone una vecchia musicassetta. Quando era più giovane, ai tempi della scuola, lui e Xiao Yu, la sua prima ragazza, utilizzavano la cassetta per scambiarsi dei messaggi. Adesso la vita li ha separati e lui capisce che la cassetta potrebbe contenere un ultimo messaggio che la ragazza che aveva amato gli aveva lasciato e che lui non aveva mai ascoltato.

Non male…

Grazie a chi me ne ha proposto la visione!

(Trama e immagine del film tratti da wikipedia.org)
Flavors of Youthultima modifica: 2020-06-03T23:59:48+02:00da latineloqui69
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *