Quando c’era Marnie

260px-Quando_c'era_Marnie

Quando c’era Marnie (思い出のマーニー Omoide no Mānī, lett. “Marnie dei [miei] ricordi”) è un lungometraggio d’animazione giapponese diretto da Hiromasa Yonebayashi e prodotto dallo Studio Ghibli, basato sul romanzo Quando c’era Marnie di Joan G. Robinson e uscito nelle sale cinematografiche giapponesi il 19 luglio 2014.  Il film è stato proiettato nelle sale italiane da Lucky Red dal 24 al 26 agosto 2015 ed è stato candidato ai Premi Oscar 2016 come miglior film d’animazione.

La trama è decisamente coinvolgente: Anna è una ragazzina orfana di 12 anni timida e introversa che abita a Sapporo con la madre adottiva Yoriko con la quale ha un difficile rapporto, accresciuto anche dai sensi di colpa di quest’ultima, che le tace di percepire un sussidio pubblico per l’adozione di Anna. Dal momento che soffre d’asma, su consiglio del medico Anna viene mandata per le vacanze estive presso due parenti che abitano nell’Hokkaidō orientale, dove Anna potrà respirare l’aria buona del mare. Nonostante la calorosa accoglienza dei due coniugi, Anna è però ancora incapace di relazionarsi con i coetanei del luogo e preferisce passare le giornate girovagando solitaria nei dintorni del villaggio disegnando paesaggi. Una delle tante sue mete è una grande villa disabitata dall’altra parte dell’acquitrino, nella quale un giorno ad Anna sembra quasi che le luci si accendano lasciando intravedere una ragazza bionda dietro una delle finestre, che le rivela chiamarsi Marnie.  Le due ragazze stringono subito una profonda amicizia segreta, però ben presto Anna si rende conto del fatto che incontra Marnie soltanto in determinati momenti e che generalmente durante il giorno la grande villa sembra abbandonata e pare animarsi soltanto la sera.
Un giorno Anna passando nei pressi della villa incontra Sayaka, una bambina più giovane di lei e che a quanto pare è appena andata ad abitare lì con la sua famiglia. Sayaka le chiede se lei non sia Marnie, visto che ha appena trovato il suo diario, e dalla lettura di quello scritto Anna scopre ben presto verità incredibili su Marnie, la sua prima grande amica…
Insomma, una trama decisamente originale, un’evoluzione della storia assolutamente non scontata, un finale ad effetto e sicuramente imprevedibile. È uno dei film che mi hanno colpito più nel profondo per la sua tenerezza e la bontà dei sentimenti…
Quindi… da non perdere!
(trama generale e immagine tratta da Wikipedia.org)
Quando c’era Marnieultima modifica: 2020-05-18T21:33:22+02:00da latineloqui69
Reposta per primo quest’articolo