La collina dei papaveri

260px-Dalla_collina_dei_papaveri

“Prego per una navigazione sicura”

La collina dei papaveri (コクリコ坂から Kokuriko-zaka kara lett. “Dalla collina dei papaveri”) è un film d’animazione giapponese del 2011, diretto da Gorō Miyazaki  e prodotto dallo Studio Ghibli. È l’adattamento cinematografico dello shōjo manga omonimo del 1980 scritto da Tetsurō Sayama e disegnato da Chizuru Takahashi.

La storia è ambientata a Yokohama nel 1963, un anno prima dei giochi della XVIII Olimpiade di Tokyo.

Si narra la storia di due adolescenti giapponesi (un ragazzo di 17 anni di nome Shun e una ragazza di 16 di nome Umi) della Yokohama degli anni ’60 che, conosciutisi casualmente, stringono una fortissima amicizia che li porterà a scoprire alcuni segreti del loro passato oscuro.

Umi è una ragazza di 16 anni, il cui padre è morto in mare durante la guerra di Corea e la cui  madre è docente universitaria negli Stati Uniti;  vive quindi con la nonna e i fratelli minori in una grande casa ricavata da un ex ospedale, costruito sulla “collina dei papaveri” che domina il porto. Nella casa, oltre a loro, abitano anche tre ragazze pensionanti. Umi ogni mattina issa due bandiere di segnalazione marittima che significano “prego per una navigazione sicura”, così come le aveva insegnato il padre da piccola.

Shun è un ragazzo di 17 anni ed ogni mattina arriva al porto sul rimorchiatore del padre adottivo per poi andare a scuola. Vede sempre quello strano rituale con le due bandiere che si ripete giorno dopo giorno e ne è talmente incuriosito da scriverci una poesia che pubblica sul giornale della scuola.

I due ragazzi si incontrano per la prima volta a scuola, nel corso di un’azione di protesta che vede protagonista il ragazzo e che lascia ad Umi un’impressione piuttosto negativa. I due si incontrano di nuovo quando Umi accompagna la sorella minore a chiedere un autografo a Shun, e scopre che il ragazzo fa parte del club di letteratura ed è il responsabile della pubblicazione del giornalino scolastico.

Intanto la scuola è in fermento per le accese discussioni che si scatenano circa la necessità di salvare o meno dalla demolizione il “Quartier Latin”, un edificio adibito a sede dei club scolastici, carico di storia e di ricordi ma ormai vecchio e fatiscente. Il Giappone si sta velocemente modernizzando e per il vecchio edificio non c’è più posto: ormai la dirigenza della scuola ha deliberato per la sua demolizione, ma una parte degli studenti preme per salvaguardare la struttura e la storia che rappresenta.

Su iniziativa di Umi molti studenti si rendono disponibili a ristrutturare l’edificio e restituirlo alla sua vecchia gloria.  Dopo un grande impegno collettivo che diventa anche una preziosa occasione di crescita e di conoscenza viene completata la ristrutturazione del “Quartier Latin”.

Perché l’unione fa la forza! Sempre! E i ragazzi lo sanno, lo sanno da sempre!

Film molto bello, gradevole e coinvolgente!  Da non perdere!

(trama essenziale del film e immagine tratte da wikipedia)

 

La collina dei papaveriultima modifica: 2020-05-02T22:26:49+02:00da latineloqui69
Reposta per primo quest’articolo