Kiki – Consegne a domicilio

390px-Kiki_-_Consegne_a_domicilio

Continua la nostra maratona di anime in tempo di quarantena! Stavolta la scelta è caduta su un film non nuovissimo, ma non abbiamo sbagliato!

Kiki – Consegne a domicilio (魔女の宅急便 Majo no takkyūbin, lett. “Le consegne espresse della strega”) è un film d’animazione giapponese del 1989 diretto da Hayao Miyazaki e prodotto dallo Studio Ghibli. È tratto dall’omonimo romanzo di Eiko Kadono del 1985, pubblicato in Italia nel 2002 da Kappa Edizioni.

La trama, molro scorrevole e narrativa, gira intorno alla figura di Kiki, una giovane strega che, come da tradizione, compiuti i 13 anni parte da casa sulla sua scopa in compagnia soltanto di Jiji (che si pronuncia  Gigi, con un suono così familiare a noi italofoni!!!), il suo gatto nero, per l’anno di noviziato da svolgere in un’altra città. Così la streghetta raggiunge una caratteristica cittadina di mare, che la colpisce per la sua bellezza.  Le prime esperienze in città non sono però positive e Kiki si rende conto che forse aveva fin troppo idealizzato quell’avventura tanto attesa da piccola e che probabilmente quella città non era il posto giusto in cui fermarsi. Fortunatamente si imbatte nella gentile Osono, una giovane fornaia (con un bellissimo pancione da quasi-mamma…) che in cambio di un aiuto nel suo negozio le offre un alloggio in cui abitare. Una piccola casetta da donnina indipendente. Una sistemazione che la catapulta nel mondo degli adulti, visto che si deve spesare in tutto e per tutto… Però Kiki può finalmente mettere a frutto l’unica arte magica che possiede, quella di volare sulla scopa, e così apre una piccola attività di consegne volanti di pacchi. Conosce anche (in modo un po’ burrascoso)  Tombo, un ragazzo di città affascinato dal volo, suo coetaneo e suo primo vero amico, che però non sempre riesce a capire il carattere difficile della ragazza.

Un giorno però accade un evento apparentemente inspiegabile: la sua capacità di volare sembra svanita all’improvviso e lei finisce nello sconforto. Si tratta di un terribile blocco psicologico che la streghetta riesce a superare solo con qualcosa di prezioso: l’amicizia (o amore?).

Insomma, un bellissimo film sul talento, sull’impegno, sulla ricerca di sé, sulla crescita personale, sulla Vita. Una sorta di piccolo romanzo di formazione trasformato in anime,..

Mi ha ricordato molto un cartone animato che vedevo da adolescente: Bia la sfida della magia. Stessa tenerezza, stesso messaggio. Stessa grafica!

Un bel modo per trascorrere in modo proficuo un’oretta e mezza di questi pomeriggi da impegnare…

(dati e immagine del film tratti da wikipedia)

Kiki – Consegne a domicilioultima modifica: 2020-04-14T23:20:00+02:00da latineloqui69
Reposta per primo quest’articolo