SCONNESSI :-(

 

Il nostro incubo peggiore!

SCONNESSI

SCONNESSI

Che io sia un amante del genere “commedia all’italiana” si era capito benissimo, ma questo film è davvero geniale! Dà vita al nostro incubo più recondito: di ritrovarci all’improvviso senza connessione, catapultati in un mondo “vecchio” in cui per andare in posto sconosciuto è necessario consultare una mappa, per cercare un numero di telefono è necessario ritrovare dentro casa una vecchia rubrica cartacea, magari non aggiornata, che per fare dei dolci dobbiamo consultare un vecchio libro di ricette magari ingiallito e stantìo.

E ci riguarda tutti, non nascondiamoci dietro un dito! Ragazzi nativi digitali che non conoscono altra vita se non quella che passa tramite lo schermo del loro “prolungamento”, ma anche noi “-anta” che non disdegnamo di consegnare al web le nostre foto più preziose, magari rappresentative di un momento importante o di un evento che neanche ci godiamo appieno, presi come siamo a scattare la foto migliore, da “postare” seduta stante su tutti i social del mondo.

E infatti la critica del bravissimo regista non risparmia nessuno, ma proprio nessuno! Giovani, vecchi, intermedi; mogli, mariti, compagni e compagne; figli, “figliastri” (come si diceva una volta), fratelli, cugini  e parenti di ogni risma.

La bravura e l’eccezionalità del cast intero fa il resto, sicché per ottantacinque minuti ci “sbellichiamo” dalle risate alle battute dei MITICI Ricky Memphis e Maurizio Mattioli, riflettiamo alle sentenze “da saggio” dell’eccezionale Fabrizio Bentivoglio, ridiamo alle scene “non-sense” (ma poi neanche tanto…) di tutti i personaggi che girano per casa e fuori con il loro dispositivo elettronico in mano alla ricerca della “tacca salvavita”, sorridiamo sornioni alle espressioni un po’ “approssimative” della bellissima e bravissima Carolina Crescentini, ridiamo sino alle lacrime all’apparizione del bravissimo Stefano Fresi, il “bipolare” che viene a mettere la ciliegina sulla torta in una situazione già di per sé pericolosa e pericolante… E dietro tutte queste risate la riflessione, amara e preziosa come solo i grandi “poeti” (nel senso etimologico del termine) sanno fare: il web che ci fagocita, la nostra incapacità di goderci le relazioni sociali in modo pieno ed esclusivo, le famiglie “distrutte” dall’odio, dall’incuranza, dalla pressappocaggine dei sentimenti, il nostro egoismo ed egocentrismo, la falsità e le bugie nel rapporto di coppia; lma anche, allo stesso tempo, la lacrima che ci salva, l’esperienza catartica di un parto “improvvisato”, la nuova vita che ci riporta alla realtà, quella VERA. Davanti alla potenza della natura che si rigenera ci purifichiamo anche noi, salvando tutto e tutti.

Per un happy ending condiviso (nel senso rétro del termine).

Da non perdere!

Grazie –ancora una volta-  a chi mi ha offerto la possibilità di vederlo e di arricchirmi!

                                                                             SCONNESSI
Lingua originale italiano
Paese di produzione Italia
Anno 2018
Durata 85 min
Genere commedia
Regia Christian Marazziti
Sceneggiatura Michela Andreozzi, Christian Marazziti, Massimiliano Vado
Casa di produzione Camaleo
Distribuzione (Italia) Vision Distribution
Fotografia Maurizio Calvesi
Montaggio Luciana Pandolfelli
Musiche Stefano Switala
Scenografia Simone Micheli
Costumi Grazia Materia
Interpreti e personaggi
·         Fabrizio Bentivoglio: Ettore Ranieri

·         Ricky Memphis: Achille Catenacci

·         Carolina Crescentini: Margherita Catenacci

·         Stefano Fresi: Palmiro Catenacci

·         Eugenio Franceschini: Claudio Ranieri

·         Antonia Liskova: Olga

·         Benedetta Porcaroli: Stella

·         Giulia Elettra Gorietti: Tea

·         Maurizio Mattioli: Aldo, il portiere

·         Lorenzo Zurzolo: Giulio Ranieri

·         Daniela Poggi: Franca

Scheda del film tratta da wikipedia, l’enciclopedia libera.

latineloqui69

SCONNESSI 🙁ultima modifica: 2018-08-06T19:01:48+02:00da latineloqui69
Reposta per primo quest’articolo