Il Postino

 

Un inno alla bellezza, alla poesia e alla potenza della parola

I

“Quando la spieghi, la poesia diventa banale; meglio di ogni spiegazione è l’esperienza diretta delle emozioni

che può svelare la poesia ad un animo predisposto a comprenderla”  (Pablo Neruda)

“La poesia non è di chi la scrive; è di chi gli serve”  (Il postino Mario Ruoppolo)

“Il tuo sorriso si espande come una farfalla sul tuo viso, il tuo riso è come una rosa, una lancia che si sfila, un’acqua che prorompe, il tuo riso è un’onda d’argento repentina. Mi piaci quando taci perché sei come assente…”. (Mario Ruppolo)

TITOLO: IL POSTINO

GENERE: Drammatico, Sentimentale

ANNO: 1994

REGIA: Michael Radford

ATTORI: Philippe Noiret, Massimo Troisi, Maria Grazia Cucinotta, Renato Scarpa, Linda Moretti, Mariano Rigillo, Anna Bonaiuto

PAESE: Belgio, Francia, Italia

DURATA: 116 Min

 

Chi non ha mai visto questo splendido film, tratto da un romanzo altrettanto intenso, “Il postino di Neruda”, di Antonio Skarmeta?

Si tratta di un piccolo capolavoro di genere sentimentale (ma non troppo), drammatico (a sufficienza), cario della pesante eredità che si porta dietro, cioè la casualità di essere stato l’ultimo lavoro del grande Troisi, che morì poco dopo la fine della sua faticosa realizzazione…

La trama apparentemente scontata vine arricchita dalla recitazione intensa del grande protagonista Troisi (che si dice abbia collaborato alla regia insieme al regista “ufficiale”, il grande Radford), che affianca il  bravissimo Philippe Noiret, che sembra proprio la fotocopia del grande poeta cileno, insignito nel 1971 del Premio Nobel per la letteratura, una sorta di Neruda del grande schermo…

La figura femminile co-protagonista è quella di Beatrice (un topos più che classico), rappresentata da una giovanissima (e naturalissima) Maria Grazia Cucinotta, bellezza intensa e mediterranea quant’altre mai. Pare che il provino venne vinto da Mietta e che tra le provinate ci furono anche Monica Bellucci e Manuela Arcuri, ma alla fine la scelta cadde su Maria Grazia.

La colonna sonora (fantastica) è di Luis Bacalov che vinse nel 1996  l’Oscar alla migliore colonna sonora.

E vogliamo parlare delle ambientazioni?Salina_view_from_Lipari

L’isola di Salina (vista da Lipari)

Procida

L’isola di Procida.

E altri luoghi meravigliosi come questi…

Da non perdere, NON solo per onorare la memoria del grande Massimo!

Ricordiamo, infine che nel porto di Santa Marina di Salina, presso l’omonima isola, un tratto della banchina è stato chiamato “Passeggiata Massimo Troisi” e vi è conservata la bicicletta usata per il film e che  sull’isola di Procida nel 2009, per onorare la memoria di Troisi,una piazza della Marina Corricella (nella quale furono girate alcune scene del film) è stata intitolata all’attore napoletano.

 

latineloqui69

dati e immagini tratti da www.wikipedia.org, liberamente riveduti.

Il Postinoultima modifica: 2018-05-15T17:35:45+02:00da latineloqui69
Reposta per primo quest’articolo