Pino Daniele

Pino Daniele

Pino Daniele

Napul’è

 

Napule è mille culure, Napule è mille paure
Napule è a voce de’ creature che saglie chianu chianu
E tu sai ca nun si suleNapule è nu sole amaro Napule è addore e mare
Napule è na carta sporca e nisciuno se ne importa
E ognuno aspetta a ‘ciorta
Napule è na’ camminata, inte e viche miezo all’ ato
Napule è tutto nu’ suonno e a sape tutto ‘o munno
Ma nun sann’ a verità
Napule è mille culure, Napule è mille paure
Napule è nu sole amaro, Napule è addore è Mare
Napule è na carta sporca e nisciuno se ne importa
Napule è na’ camminata inte viche miezo all’ato
Napule è tutto nu suonno e a sape tutto o’ munnoù
Napule è mille culure, Napule è mille paure
Napule è nu sole amaro, Napule è addore è Mare…
Quando il dialetto napoletano diventa veicolo di poesia. Non a caso il grande Pino Daniele nel 1991 ha scritto anche le bellissime canzoni di un bellissimo film del grandissimo Troisi: due geni napoletani per un film immenso: “Pensavo fosse amore, invece era un calesse”.
Impossibile non conoscerlo!
latineloqui69
Pino Danieleultima modifica: 2018-04-06T19:54:35+02:00da latineloqui69
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *