L’arte di essere fragili

fragili

Leopardi e noi? Noi e Leopardi?

Leopardi come uno qualsiasi di noi: questo sembra essere il nobile intento dell’autore, che ci avvicina al conosciutissimo poeta “romantico” più dei tradizionali testi di letteratura italiana. Come fa? Presentandocelo come un ragazzo in crescita, una sorta di adolescente dei nostri giorni, che si relaziona col mondo notandone solo ciò che NON gli piace.

A completamento del testo, una bella e affascinante analisi (non ex cathedra) di alcuni passi più significativi della sua produzione letteraria.

Insomma,  un  libro innovativo, originale, prezioso.

 

L’arte di essere fragiliultima modifica: 2017-10-29T14:01:42+01:00da latineloqui69
Reposta per primo quest’articolo