Il grande Gatsby

 

« La sua vita era stata confusa e disordinata… ma se poteva ritornare a un certo punto di partenza e ricominciare lentamente tutto da capo, sarebbe riuscito a scoprire qual era la cosa che cercava. »

gatzby

Il grande Gatsby  è un romanzo dello scrittore statunitense Francis Scott Fitzgerald,  pubblicato per la prima volta a New York il 10 aprile 1925 e definito da T.S. Eliot «il primo passo in avanti fatto dalla narrativa americana dopo Henry James».

Ambientato a New York e a Long Island durante l’estate del 1922, Il grande Gatsby è il più acuto ritratto dell’anima dell’età del jazz, con le sue contraddizioni, il suo vittimismo e la sua tragicità.

La storia, che seguendo la tecnica di Henry James viene raccontata da uno dei personaggi, narra la tragedia del mito americano che aveva retto il paese dai tempi dello sbarco a Plymouth Rock e può essere considerata l’autobiografia spirituale di Fitzgerald che, ad un certo punto della sua vita, chiuso con l’alcolismo e con la vita da playboy, voleva capire quali fossero stati gli ostacoli che avevano fatto inabissare la sua esistenza.

L’adolescente James Gatz, figlio di poveri contadini del Nord Dakota, fugge dalla famiglia convinto di poter trasformare se stesso e costruirsi una nuova identità.

« James Gatz: era questo il suo nome vero, o almeno quello legale. Lo aveva cambiato a diciassette anni, nel momento in cui ebbe inizio la sua carriera: quando vide lo yacht di Dan Cody gettar l’ancora nella secca più insidiosa del Lago Superiore »

Egli incontra il ricco proprietario di uno yacht, Mr Dan Cody che, grato perché il giovane lo avesse avvertito della presenza di uno scoglio che avrebbe potuto far affondare la sua imbarcazione, lo assume e gli fornisce una «giacca azzurra, sei paia di calzoni bianchi e un berretto con visiera da yacht». James, che adotta lo pseudonimo Jay Gatsby, viene inviato a Louisville per un addestramento militare e lì si innamora di Daisy Fay, un’affascinante ereditiera di diciotto anni che ricambia i suoi sentimenti. I due trascorrono insieme un felice periodo e, quando Gatsby è in procinto di partire per la Prima guerra mondiale, si giurano eterna fedeltà. Ma quando Gatsby, che si trova in Europa, viene a sapere che Daisy ha sposato un famoso giocatore di polo di Chicago, Tom Buchanan, giura di riconquistarla. Fatta definitivamente propria l’identità di Jay Gatsby, il giovane si reca in Inghilterra dove frequenta l’ambiente di Oxford per cinque mesi, e alla fine ritorna in America dove, diventato ricco grazie al contrabbando e ad altre attività illecite, compra nell’aristocratico villaggio di West Egg – toponimo fittizio utilizzato da Fitzgerald per riferirsi alla località di Kings Point, sulla costa settentrionale di Long Island – un’enorme villa situata sulla sponda opposta del villaggio di East Egg – pseudonimo di Sands Point –, esattamente di fronte alla casa dove Daisy trascorre le estati con il marito Tom. Gatsby, che vuole ad ogni costo riconquistare Daisy, è sicuro che il suo sogno si trasformerà in realtà e da quel momento ogni sua azione sarà tesa a quell’unico scopo.

Numerosi sono i temi dell’opera, tra i quali spiccano quelli della mancanza di affetti autentici, del crollo dei miti, del peccato e dell’inferno. Ma il tema principale del romanzo è quello della solitudine, della incomunicabilità e dell’indifferenza. Nessuno comunica alle lussuose feste di Gatsby, che sono invece solo “entusiastici incontri tra gente che non si conosceva neanche di nome”. Il più solo di tutti i personaggi è appunto Gatsby nella cui lussuosa villa si svolgono quelle feste favolose alle quali egli non partecipa. Tutto ciò che avviene nella sua casa avviene per il solo scopo di poter far venire da lui Daisy. Gatsby è il prototipo dell’uomo solo, per questo lo sentiamo così vicino a noi…

Il romanzo ha avuto molta fortuna al cinema. Ricordiamo solo la quarta versione cinematografica, uscita nelle sale italiane il 16 maggio del 2013 a firma del regista Baz Luhrmann con Leonardo Di Caprio  e Carey Mulligan. Questa pellicola ha inaugurato il 66° Festival di Cannes.

gatzby2_

(Liberamente tratto da Wikipedia, l’enciclopedia libera).

latineloqui69

Il grande Gatsbyultima modifica: 2016-08-23T15:34:25+02:00da latineloqui69
Reposta per primo quest’articolo