Spingendo la notte più in là


spingendo

TITOLO COMPLETO: Spingendo la notte più in là. Storia della mia famiglia e di altre vittime del Terrorismo.

Mario Calabresi è un giornalista e scrittore italiano, direttore del quotidiano La Repubblica dal 15 gennaio 2016. Figlio del commissario Luigi Calabresi, assassinato nel 1972 (quando Mario aveva solo due anni), si iscrive presso l’Università Statale di Milano al corso di laurea in Giurisprudenza e poi a quello in Storia. In seguito frequenta l’Istituto per la formazione al giornalismo «Carlo de Martino» di Milano. È sposato con Caterina Ginzburg, nipote della famosa scrittrice Natalia Ginzburg, e ha due figlie gemelle. Il 18 gennaio 2011 gli è stato assegnato il Premio “È giornalismo”.

Spingendo la notte più in là (2007) è un  libro dedicato alle vittime del terrorismo, che parte dalla mattina del 17 maggio 1972, quando una pistola fu puntata alle spalle del commissario Luigi Calabresi. Da quel triste momento il nostro Paese scivola in uno dei suoi periodi più bui, i cosiddetti “anni di piombo”, “la notte della Repubblica”.

Calabresi figlio ci  racconta però anche l’aspetto familiare, umano e intimistico di quella tragedia e di tante altre, simili alla sua.

La lettura procede cauta per la densità dei quadri proposti.

Documento di grande valore storico, ma ancor più umano, dal quale non a caso è stato tratto anche uno spettacolo teatrale (interpretato da Luca Zingaretti). Quasi poetico il titolo per la sua icasticità…

(dati biograficidell’autore tratti da Wikipedia, l’enciclopedia libera).

latineloqui69

Spingendo la notte più in làultima modifica: 2016-08-22T12:05:01+02:00da latineloqui69
Reposta per primo quest’articolo