La principessa che credeva nelle favole

...COME LIBERARSI DEL PROPRIO PRINCIPE AZZURRO
…COME LIBERARSI DEL PROPRIO PRINCIPE AZZURRO

 

Una favola moderna

Titolo: La principessa che credeva nelle favole
Autore: Marcia Grad Powers
Editore:
Piemme Bestseller
€ 9,00
Pagine:
217
Adatto a: +14 (secondo me…)

Solo apparentemente si tratta di una favola (o, meglio, una fiaba…) nel senso tradizionale del termine.

Come Il piccolo principe di Antoine de Saint- Exupéry, questo breve romanzo ha due chiavi di lettura: se ci si ferma al significato letterale e alla semplicissima trama, appare un libro semplicissimo e godibilissimo, se si cerca di leggere tra le righe ci troviamo noi stessi, con la nostra visione del mondo e il modo (generalmente sbagliato) di affrontare la vita.

La protagonista, Victoria, è una vera principessa, ma anche qualcosa di più: è tutte quelle donne che, dopo aver trovato il proprio principe azzurro (non vi viene in mente Azzurro del mitico film “Shrek”?), scoprono come non è tutto azzurro quel che somiglia al cielo, e che non c’è dolore più grande dell’essere ferite dalla persona amata.

Un bel giorno, però, Vittoria decide di riprendere in mano la sua vita e di accettare l’invito di uno strano personaggio: lascia tutto e intraprende il viaggio alla scoperta di sé, sul Sentiero della Verità. Lungo il cammino rischia di annegare nel Mare delle Emozioni, è costretta ad attraversare la sconcertante Terra delle Illusioni.

A poco a poco impara a distinguere la realtà dai sogni e comprende che per quanto sia faticoso abbandonare la strada più sicura,  è possibile trovare sempre nuove e stimolanti vie.

Così capiamo -insieme alla protagonista- il sogno può diventare una gabbia dorata se per realizzarlo si accettano così tanti compromessi da perdere di vista la felicità.

latineloqui69

 

 

 

La principessa che credeva nelle favoleultima modifica: 2013-12-10T10:38:00+01:00da latineloqui69
Reposta per primo quest’articolo